Biblioforum è un progetto di lettura di testi che trattano della globalizzazione promosso dall'Associazione Culturale Pensiero Tascabile e dal Consiglio di Quartiere n. 6 Vingone-Giogoli del Comune di Scandicci (Firenze)

ULTIME NOVITÁ - LISTA COMPLETA - LISTA PER ARGOMENTI

SCHEDE DI PRESENTAZIONE DEI LIBRI

AA. VV. (a cura di G. Scidà), Ragionare di globalizzazione , Franco Angeli 2003. Una raccolta di undici saggi su vari temi (le città, le migrazioni, i no global) comunque connessi alla globalizzazione. Frutto di una serie di seminari di sociologia, ciascun contributo è leggibile in piena autonomia. Testi molto rigorosi e documentati, ma anche leggibili per avere una prospettiva un po' più “scientifica”.


AA. VV. (a cura di R. Carey), La nuova Intifada , Marco Tropea 2002. In queste pagine scrittori, giornalisti, attivisti e politologi cercano di spiegare l'ultima fase della guerra Israele-Palestina, iniziata con la sollevazione palestinese nota come seconda intifada (2000). Un testo che – non dimanticando la cronaca di ciò che avviene – cerca di risalire alle ragioni profonde del conflitto, e dello scacco del processo di pace.



AA. VV., Ambiente Italia 2004. 100 indicatori sullo stato del paese , Edizioni ambiente 2004. Realizzato da Legambiente, questo rapporto disegna un quadro multidisciplinare dell'Italia, collocandola nel contesto mediterraneo e mondiale. Ad una prima sezione di saggi – fra i quali si segnalano i nomi di W. Sachs e B. Barber – segue una sezione di indicatori di carattere ambientale e non, dall'agricoltura alla mobilità, dai rifiuti al turismo. Teso adatto tanto ala consultazione che alla lettura.




Agnoletto V., Prima persone. Le nostre ragioni contro questa globalizzazione, Laterza 2003. Uno dei più noti ed attivi militanti del movimento antiglobalizzazione espone in questo libro scorrevole e divulgativo motivi, radici e temi delle odierne critiche alle tendenze dominanti, sviscerando i punti più caldi del dibattito: accesso dei poveri ai farmaci, povertà, guerra, privatizzazione di servizi essenziali, ecc. Per chi vuole capire anche partendo da posizioni diverse.

Ahmed N.M., Guerra alla libertà, Fazi Editore 2002. Forte di una raffinata competenza politologica e muovendo da posizioni liberali, l'autore pone dei quesiti sugli eventi dell'11 settembre: il governo USA e le agenzie di sicurezza sapevano davvero qualcosa? C'erano delle informazioni premonitrici che sono state trascurate per negligenza o con intenzionalità? Avvalendosi di una gran mole di fonti, interviste, informazioni e dati fra servizi di intelligence, mondo della politica e della finanza, l'autore risponde positivamente. Un'analisi insuperata sul più clamoroso avvenimento della nostra epoca.

Ahmed N.M., Dominio, Fazi 2003. Scritto nel pieno della crisi irachena questo testo di Ahmed si concentra sulla prima Guerra del Golfo e sulle sanzioni imposte all’Iraq nel 1991, indicando la centralità dell’energia nella politica statunitense. Fortemente critico verso la linea di Washington, l’autore sottolinea come le conseguenze della guerra siano state un vero e proprio genocidio.


Allegretti U., Diritti e stato nella mondializzazione, 2001. Forte della sua competenza accademica (in quanto docente universitario di diritto all'Università di Firenze), l'autore traccia un'analisi della globalizzazione mettendo al centro la questione dei diritti, pur affermando la necessità di un approccio interdisciplinare. Acceso sostenitore di una visione politica che non rinunci ad un orizzonte ideale, Allegretti indica il rischio che i diritti essenziali vengano scalzati dai diritti economici, fra protezione legislativa degli interessi privati e impotenza della politica di fronte all'economia.

Almerighi M., I banchieri di Dio. Il caso Calvi , Editori Riuniti 2002. Dopo più di venti anni il presunto suicidio di Roberto Calvi suscita ancora pesanti interrogativi sulla dinamica della morte – fu in realtà ucciso? – e sulle vicende affaristico-criminali che ne avrebbero causato il (presunto) omicidio. In questo libro si trova la ricostruzione della vicenda da parte del giudice che se ne è occupato, accompagnato da due saggi, uno di Marco Travaglio e l'altro del regista Giuseppe Ferrara.

Barnaby W., L'incubo dell'untore. Guerra e terrorismo psicologico , Fazi 2001. Questo testo compie una panoramica su ciò che è divenuto familiare come guerra biologica: quali sono i suoi strumenti, quali i paesi che hanno condotto ricerche di sperimentazione biologica, la normativa internazionale. L'autore sottolinea l'immoralità delle armi biologiche e fa appello alle coscienze – tanto degli scienziati quanto dell'opinione pubblica – perché vi sia una forte presa di posizione contro tali strumenti di morte.

Ben Jelloum T., Il razzismo spiegato a mia figlia , Bompiani 1999. Il noto scrittore franco-marocchino ci offre uno scritto breve e semplice – pensato anzi per i ragazzi più giovano – un'illustrazione di cos'è il razzismo, nella forma di un dialogo con sua figlia. Basato su un vero dialogo – pur rielaborato – il volumetto è corredato di un'interessante appendice con domande, critiche, questioni poste a Ben Jelloum dai ragazzi con cui è venuto in contatto in Francia e in Italia.

Blum W., Ahmed N. M., Il libro nero degli Stati Uniti , Fazi 2003. In questo documentato testo l'autore presenta cronologicamente gli interventi militari degli USA all'estero successivi alla Seconda Guerra Mondiale, facendo venire allo scoperto eventi poco noti o dimenticati di una politica estera estremamente aggressiva e sempre lucidamente ferma nel tutelare i propri interessi economici. Completa l'elenco per gli ultimi anni il ricercatore britannico Nefeez Ahmed.

Burrows G., Il commercio delle armi , Carocci 2003. In questo breve e documentato testo l'autore compie una rapida panoramica sul commercio mondiale di armi rispondendo persuasivamente alle più comuni domande: chi le compra? Chi le vende? Quali sono gli effetti sulle società interessate. Un contributo per comprendere meglio uno dei giri d'affari più sporchi e ipocriti che l'umanità abbia mai visto.

Camarca C., Migranti, Rizzoli 2003. Scrittore e regista, l’autore racconta in questo libro le persone che ha incontrato nei suoi viaggi. Da Tirana alla stazione Termini, da Tirana a Kisinau, Camarca, senza indulgere al lacrimevole descrive la miseria, le difficoltà quotidiane di tutto un mondo di marginalità e immigrazione.

Carratelli Pugliese G. (cur.), Gli editti di Ásoka, Adelphi 2003. In questa nuova edizione vengono tradotte e commentate tutte le iscrizioni a noi note risalenti al regno di Ásoka, il re dell’India del III secolo a. C. che si convertì al buddismo e volle diffondere il suo credo in tutto il suo regno. La Pietà è il concetto centrale attorno a cui ruotano questi scritti, testimonianza di un’etica di vita profondamente religiosa, universalista e profondamente compassionevole nei confronti della caducità dell’uomo.

Castagnola A., "Cancellare il debito". Danni, responsabilità e meccanismi del debito estero, EMI. Economista dell'ISPE di Roma, presidente dell'IRED Nord (Innovazioni e Reti per lo Sviluppo), autore di numerosi contributi su un'economia alternativa, Castagnola illustra col linguaggio semplice del fumetto il meccanismo del debito del Terzo Mondo. Per spiegare ai ragazzi un tema tanto difficile e significativo per gli equilibri mondiali.

Centro Nuovo Modello di Sviluppo, Guida al consumo critico, EMI 2001. Giunto ormai ad una sesta edizione rinnovata e riaggiornata, questo manuale si pone come la più completa e documentata fonte per il consumatore che voglia informazioni sulle aziende che operano in Italia nel settore alimentare/igiene personale; l'indicazione degli autori, che concentrano le ricerche sullo squilibrio Nord-Sud è di consumare meno (con uno stile di vita sobria) e in maniera consapevole, preferendo le imprese che adottano un comportamento "etico". Il testo, comprensivo di numerose tabelle e provvisto di un indice analitico, è più da consultare che da leggere. La nuova edizione indica anche la presenza di OGM nei cibi.

Chembers N.- Simmons C.- Wackernagel M., Manuale delle impronte ecologiche, Edizioni Ambiente 2003. “Impronta ecologica” è la misura di quanto ogni persona consuma di risorse della terra. Indicatore imperfetto ma, al momento, unico di quanto il pianeta può sopportarci, il sistema indica senza pietà la necessità l’eccesso di consumi dei paesi ricchi. A questo scopo il volume fornisce una ricca serie di suggerimenti pratici per cercare di armonizzare il nostro consumo con le possibilità fisiche della natura.


Chiesa G. , La guerra infinita, Feltrinelli 2002. Giornalista di lunga esperienza nell'est europeo e in Afganistan, l'autore dà un quadro inquietante della nuova politica statunitense dopo l'11 settembre, fra nuovo nazionalismo, accentramento di poteri totalitari nelle mani del presidente, bellicismo, sprezzo del diritto internazionale e retorica celebrativa con menzogne annesse. Tutti elementi funzionali alla volontà USA di egemonia mondiale, di cui la guerra e la propaganda sono i principali strumenti per distogliere l'attenzione dai problemi interni USA (crisi economica, corruzione aziendale) e affermare un intransigente dominio planetario.

Chiesa G. e Villari M., Superclan, Feltrinelli 2003. Proseguendo l’analisi di La guerra infinita, Giulietto Chiesa, assieme al collega M. Villari, indaga i rapporti fra economia globale e lo stato di belligeranza permanente iniziato l’11 settembre. Guerra, media, borsa: tutto è strumento dell’élite globale per preservare disperatamente lo stile di vita della minoranza ricca del pianeta, minacciandone la stabilità politica e l’equilibrio ambientale.

Chomsky N., 11 settembre. Le ragioni di chi?, Marco Tropea 2001. Il famoso intellettuale, linguista e politologo, analizza a caldo le implicazioni dell'attentato alle Twin Towers, cercandone le cause e criticando la risposta dell'Amministrazione USA, venata di neonazionalismo e propaganda. Il testo, di estrema leggibilità, è composto da una serie di interviste.
 


pagina successiva