Migranti a Firenze
di Federico Rosati
Sezioni della Rubrica
Associazioni
Servizi per migranti
Dalla fine del 2003 è stato istituito a Firenze il Consiglio degli Stranieri, organo di rappresentanza dei migranti fiorentini con facoltà di sottoporre proposte e richieste all’amministrazione cittadina. Le proposte vengono votate in assemblea e presentate alla giunta dal presidente del Consiglio degli Stranieri, il quale è anche “consigliere aggiunto” del Consiglio comunale di Firenze, con diritto di parola ma non di voto. Il Consiglio comunale e la Giunta sono tenuti ad esaminare queste proposte entro e non oltre 60 giorni dalla loro presentazione. Il Consiglio degli Stranieri è composto da 23 membri, che vengono votati da tutti i cittadini stranieri o apolidi che hanno compiuto 18 anni di età, che hanno un regolare permesso di soggiorno, valido o in corso di rinnovo, o la carta di soggiorno, e che sono iscritti all’anagrafe del Comune.

Le prime elezioni sono avvenute il 30 novembre 2003, in contemporanea con quelle per l’analoga istituzione di cui si è dotata la Provincia. Sono state votate 15 liste, cinque delle quali africane (Insieme per la Pace, Federazione Africana Toscana, Insieme, Africa progress, Pace Diritto Democrazia), quattro asiatiche (Viva Filippine, Italiani di altri paesi, Insieme per Firenze, Diritti Pace e Solidarietà), quattro europee (Albania in Toscana, Associazione Toscana Albania, Europa Progress, Pace Diritto Democrazia) e due americane (America latina Unidos e Pace Diritto e Democrazia).

L’affluenza alle urne è stata del 15,53% degli aventi diritto, in tutto circa 22.000 cittadini. La lista più votata, con 799 voti, è stata “Viva Filippine”, che ha ottenuto 6 seggi. Subito dietro, con tre seggi a testa, “Italiani di altri paesi” e la “Federazione Africani in Toscana”. Le liste “Insieme” e “Insieme per Firenze” hanno invece ottenuto due seggi. Un seggio a testa, infine, per “Albania in Toscana”, “Associazione Toscana Albania”, “Africa Progress”, “America Latina Unidos”, “Europa Progress”, “Pace, Diritti e Democrazia” e “Diritti Pace e Solidarietà”.

Il 14 gennaio 2004 il Consiglio degli Stranieri si è riunito per la prima volta nel Salone dei Duecento di Palazzo Vecchio ed ha eletto la sua presidente, la filippina Divina Capalad Biaje. Vicepresidenti sono stati eletti il somalo Abdikarin Mohamed Ahemed (della lista Federazione Africani in Toscana) e l’albanese Xhavit Pasholli (della lista Associazione Toscana Albania).

http://www.comune.firenze.it/stranieri/





Indice | Dossier| Rubriche | Contatti | Manifesto | Redazione| Progetto
Copyright 2003 Culture A Confine - periodico quadrimestrale - all rights are reserved


Amministrazione
Webmaster